giovedì 13 settembre 2018

Segnalazione: Il vampiro che voleva salvare il mondo di Alessio Filisdeo

Buon pomeriggio readers, sono molto felice di annunciarvi l'uscita il 27 Settembre, del libro "Il vampiro che voleva salvare il mondo" di Alessio Filisdeo edito dalla Nativi Digitali Edizioni.




Titolo: “Il Vampiro che voleva salvare il mondo”
Autore: Alessio Filisdeo
Editore: Nativi Digitali Edizioni
Sito web editore: www.natividigitaliedizioni.it
Data di uscita: 27 settembre 2018
Genere: Urban Fantasy, Grottesco, Pulp
Collana: “Fantasy”
Prezzo: 3.99€ III parte della saga del Vampiro Nik
ebook, 12€ cartaceo
Formato: ebook (epub, mobi, pdf) e cartaceo su Amazon
Lunghezza: 210 pagine (circa)
Link per acquisto e altre info: 


Sinossi:


Dopo il caos scatenato a New York, e il bagno di sangue consumatosi a San Francisco, perfino un tipo come Nikolai Rasputin ha bisogno di far calmare le acque. Peccato che il "progetto basso profilo" vada in fumo ancor prima di prendere forma: a quanto pare una pirotecnica apocalisse stile Vecchio Testamento sta per abbattersi sul pianeta, e l'unico in grado di scongiurarla sarebbe nientemeno che il vampiro Nik. O almeno così afferma una strega...


Alessio Filisdeo ritorna col terzo capitolo della sua grottesca saga Urban Fantasy: un tripudio di esplosioni, cultisti invasati, primordiali entità maligne e leggendarie creature poco raccomandabili. Il dannato più folle di sempre è nuovamente tra noi, e stavolta farà qualsiasi cosa pur di salvare il mondo, a costo di mettercelo prima in pericolo lui stesso!"


«Fammi un favore personale, Nikolaj: non metterti nei guai. Sono solo tre giorni. Pensi di poter sopravvivere senza scatenare una guerra?»
«Posso provarci. Ma non ti prometto nulla: sta per arrivare il weekend.


“Un tripudio di esplosioni, cultisti invasati, primordiali entità maligne e leggendarie creature poco raccomandabili. Il dannato più folle di sempre è nuovamente tra noi, e stavolta farà qualsiasi cosa pur di salvare il mondo, a costo di mettercelo prima in pericolo lui stesso!"

L'autore:

Nato ad Ischia nel 1989, Alessio Filisdeo vive a Barano d’Ischia.
Comincia a scrivere racconti fantasy, e a tema supereroistico, a sedici anni finchè, una bella notte, non si trova ad assistere per caso alla proiezione del film culto Intervista col Vampiro. Sboccia immediatamente l’amore per la figura del vampiro aristocratico, per il genere gotico e per i grandi classici ottocenteschi. Il passo da fan del genere a fanatico cultore è più breve del previsto.
Conclude il suo primo romanzo storico a tinte sovrannaturali all’età di diciannove anni. C’è un solo problema: ormai i “vampiri di una volta” di cui ha scritto sono passati di moda.
Ma Alessio Filisdeo non demorde: destreggiandosi tra la passione per la scrittura e alcuni lavoretti part-time (confermando quindi lo stereotipo dello scrittore perennemente squattrinato con tante belle speranze), e spaziando momentaneamente tra più generi e personaggi, aspetta pazientemente il ritorno alla ribalta della creatura dannata in tutto il suo maledetto splendore.

Oltre alla saga del Vampiro Nik (“Una Notte di Ordinaria Follia”, 2015, “Il Risveglio della Cacciatrice”, 2016 e "Il Vampiro che Voleva Salvare il Mondo", 2018), ha pubblicato con Nativi Digitali il racconto gratuito “Le follie del Vampiro Nik” nel 2015 e il romanzo gotico “Fairfax & Coldwin” nel 2017.

lunedì 10 settembre 2018

Buongiorno readers, oggi vi parlo di Gladio scritto da Luca Minardi ed edito dalla Booktribu.



Di Gladio ho amato il mix vincente tra personaggi inventati da Minardi e quelli realmente esistiti.

Ci troviamo come scenario la terza guerra servile con a capo Spartaco.

Il bello di questo libro è che questa guerra è vista dal lato opposto, cioè quello dei Gladiatori che proprio come noi uomini comuni hanno paure paranoie e tensione.

Un libro che potrei definire scorrevole, semplice ma ben curato per un pubblico vasto che va dai ragazzi giovani a quelli più grandi.

Ho amato Mei ed un po mi sono rivista nella sua forza di volontà e tenacia ...diciamo nella testa dura che caratterizza proprio noi giovani.

 Personalmente sono rimasta assolutamente soddisfatta di questo libro e di questa storia...Mei si è rivelata esattamente come la immaginavo e sono felice anche del modo in cui è scritto il libro.

Inizialmente lo spessore mi aveva un po agitata però poi si è rivelata leggera e scorrevole come lettura ma soprattutto non è stata noiosa ne banale.

📍Non voglio dirvi troppo sennò vi rovino la lettura ma non mi resta che consigliarvelo assolutamente anche per i più giovani.

🌟🌟🌟🌟 OTTIMO

giovedì 6 settembre 2018

RECENSIONE: L'invitato di Massimiliano Alberti

Buon pomeriggio readers, oggi vi voglio parlare di una delle mie letture di Agosto... "L'invitato" di Massimiliano Alberti edito dalla Infinito Edizioni.


Sinossi

Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolenta Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo – vero protagonista del libro – e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell’autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile… del tutto Pop.
.
.
.

 📍RECENSIONE

  📚Il libro si presenta con uno stile di scrittura scorrevole, mai banale ma soprattutto ben curato e ricercato che per un autore emergente è una caratteristica veramente rara.

📚 storia mi è piaciuta molto e l'ho trovata assolutamente realistica e plausibile per la società di oggi e nei protagonisti ci si può rispecchiare completamente.

📚 Mi sono piaciuti tutti i personaggi ma Leo, il protagonosta, mi è rimasto assolutamente impresso.
Già dalle prime pagine l'ho odiato profondamente per il suo essere arrogante e presuntuoso, però poi non ho potuto fare a meno di sentirmi vicina a lui...forse nella vita reale mi sarei potuta anche innamorare di un disastro ambulante come lui ahahah che fa errori su errori ma che sono sicura sia buono in fondo (lo so...sono attratta dai casi umani hahaha).
Ho provato una sorta di amore/odio per lui...un sentimento confuso.

📚 Sapete una cosa?!? Una volta finito il libro mi sono fermata a riflettere sulla mia posizione nel mondo e credo che come molti giovani questo pensiero spesso ci tartassa la mente...trovare una nostra collocazione ed io sono ancora alla ricerca e spesso proprio come Leo faccio errori uno dietro l'altro.

📚 Questo è il libro di esordio di Massimiliano Alberti e devo dire che mi ha stupita piacevolmente, quindi sono sicura che ci regalerà grandi emozioni in futuro...è uno scrittore già maturo nella narrazione e si vede che svolge un grande lavoro dietro la sua storia senza lasciare niente al caso.

📌Vi consiglio assolutamente questo libro!

🌟🌟🌟🌟🌟 ECCELLENTE


venerdì 27 luglio 2018

Blog Tour Codice Limière di Sergio Fanucci

Buon pomeriggio readers, oggi ospitiamo una tappa del Blog Tour per il libro Codice Lumière di Sergio Fanucci, stiamo parlando del terzo volume di una saga appassionante.


Titolo: Codice Lumière
Autore: Sergio Fanucci
Collana: TimeCrime
Ciclo: Trilogia dei Codici
Anno: 2018
Marchio editoriale: Fanucci Editore

Snossi
In una New York prossima ai festeggiamenti del giorno dell’Indipendenza, l’avvocato Elisabeth Scorsese si prepara a trascorrerlo da sola. Suo padre si è ritirato in una zona isolata nel Vermont mentre sua madre è ancora data per dispersa. Ogni cosa sembra giocarle contro fino a quando non riceve una visita del tutto inaspettata: un nuovo cliente, Philip Delany, vuole che lo rappresenti in una causa contro la Nasa per un brevetto di recupero dei satelliti in disuso nello spazio. Ma la festa della Grande Mela si tinge di nero: un noto ingegnere viene trovato morto nel suo albergo a Times Square, e Peter Makarov, della squadra omicidi di North Manhattan, comincia a indagare. L’uomo lavorava per l’agenzia spaziale ed era molto legato a Philip Delany grazie alla vendita di un algoritmo sorgente. E tutto questo mentre una notte, a Parigi, scompare la scienziata Debbie McRoland, a capo di un progetto in grado di cambiare il destino del mondo. Cosa li unisce di così dannatamente pericoloso? In un susseguirsi di eventi apparentemente slegati tra loro, Peter Makarov ed Elisabeth Scorsese torneranno a incontrarsi e questa volta sarà per scoprire la verità di un complotto che sembra travalicare il tempo e lo spazio, dove il potere non conosce limiti né teme di essere svelato. 
L’attesa conclusione di una trilogia che tiene incollato il lettore fin dalle prime pagine: la rivelazione finale, che sorprenderà per la sua audacia e imprevedibilità, fa di Codice Lumière un intreccio di azione, suspense, mistero e sentimento, dove ciò che sembra inutile cambia le regole del gioco.


La mia tappa del blog è l'ambientazione ed ho pensato di mostrarvi alcuni dei posti citati con qualche estratto...spero vi piaccia e buon viaggio in questo entusiasmante thriller.

Venezia

Venezia, 19 dicembre 2001 Il treno entrava nella stazione di Santa Lucia con la giusta velocità, ma Andrea, se avesse potuto, lo avrebbe spinto ad accelerare. Era eccitato e mille emozioni lo pervadevano. Finalmente la rivedeva e poteva condividere con lei il successo appena raggiunto, oltre che l’amore che sentiva forte. Debbie, la sua fidanzata americana, era lì ad attenderlo, proprio in fondo al binario. Un sms arrivò in quell’i-stante: ‘Tra poco ti vedo, amore mio’, e lo fece sorridere. Ce l’avevano fatta e quella sera avrebbe festeggiato in un piccolo ristorante dietro piazza San Marco. Andrea avrebbe ordinato un riso venere al curry con gamberi sgusciati e lei del baccalà alla veneziana, i loro piatti pre-feriti. E la signora Marta, la padrona del ‘Pietro Panizzolo’, avrebbe abbondato le dosi riconoscendoli come clienti abituali. Era ancora indeciso sulla bottiglia da stappare per celebrare il loro successo, un ottimo rosso d’annata o un Prosecco doc.

New York

New York 17 anni dopo
Sembrava che il vento, tanto era forte, avesse deciso di spazzare via anche gli ultimi nuvoloni che minacciavano la settimana della festa dell’Indipendenza. Quest’anno cadeva di mercoledì e per ogni ame-ricano era un’occasione da non perdere: cinque giorni per celebrare il giorno più importante per gli Stati Uniti d’America. La Grande Mela si apprestava a essere invasa da turisti disposti a spendere oltre che divertirsi e il tempo prometteva finalmente sole. Una situazione che i newyorkesi avrebbero vissuto godendosi la città. Ma non per tutti sarebbe andata in quel modo. Nel suo ufficio al diciannovesimo piano del grattacielo al 1230 di Avenue of the Americas, Elisabeth Scorsese guardò fuori la finestra per l’ennesima volta domandandosi cosa avrebbe dovuto fare. Erano ormai sei mesi che non aveva più notizie di suo padre e la preoccu-pazione iniziale si era trasformata in rassegnazione. Sapeva bene che se gli fosse successo qualcosa l’avrebbero sicuramente informata, ma questo non era sufficiente.

New York il loro locale preferito


Senza nessun motivo in particolare, non aveva neanche nulla da festeggiare, ma per la prima volta si sentiva di nuovo rilassata e con la mente libera. Respirò a fondo e poi decise di afferrare la maniglia per tirare a sé la porta del Breaking Night, il loro locale preferito. Come il fresco interno la investì, il suo sorriso si trasformò in una risata che a stento riuscì a trattenere. Il tempo passa ma molte cose restano immutate.«Non posso crederci, la mia cliente più bella è tornata all’ovile.» Miguel, il proprietario del locale, sfoderò la sua dentatura di cui andava fiero e si avvicinò quasi ancheggiando. Un perfetto idiota, ma la cucina e i vini che serviva erano sublimi. E poi era come sentirsi a casa.«Piantala, stai attirando l’attenzione di chi è già qui e sai che odio...» Un applauso solitario la fece interrompere. Si girò seguendo il ritmo delle mani e si fermò sul viso dell’amica.Reclinò la testa da un lato all’altro come a voler giocare con sé stessa e solo a quel punto si avvicinò a Lara Donovan, concedendo a Miguel un gesto d’affetto. Alla fine gli era affezionata.«Se non fosse stato per il mio intervento, ti si sarebbe steso ad-dosso.»«Ma cosa dici, non ha mai manifestato di avere un interesse per me.»Si sedette dopo averle baciato le guance. L’amica la imitò.«Elisabeth, devo ancora conoscere uno in grado di resisterti.

New Jersey fiume Hudson

Peter Makarov guardava oltre la finestra e scorgeva le luci del New Jersey, al di là del fiume Hudson. Erano le tre del mattino ed era il suo turno, quello che Sally odiava di più: la poppata in piena notte. Sarah succhiava dal biberon come se non mangiasse da giorni e lui si meravigliò di quanta forza potesse avere un essere così piccolo. Sor-rise al pensiero che era stato a un passo dal non ritorno e che solo la caparbietà della sua donna lo aveva salvato. Non avrebbe mai potuto godere di tanta fortuna e scoperta. Già, perché quello che sentiva per la piccola di pochi mesi che ora coccolava per farla addormentare, era un sentimento così intenso da essere nuovo e incredibilmente prezioso.

Times Square

Times Square, due davanti a quella principale sulla Quarantatre-esima strada all’angolo dell’8th Avenue e una invece sostava sulla Quarantaduesima strada, proprio di fronte al multisala Regal. In pochi conoscevano quell’indirizzo perché di fatto non era una vera e propria entrata ma piuttosto un accesso secondario, spesso chiuso da una piccola porta a vetri che dava direttamente nella hall al primo piano dal lato del concierge. Peter Makarov decise di usare quell’in-gresso, un po’ per non farsi notare dai colleghi e poi perché voleva valutare una possibilità di fuga per un killer... sempre se fosse stato confermato l’omicidio...

Parigi



«Questa notte a Parigi, esattamente alle nostre 17.35, la dottoressa Debbie McRoland è stata rapita da due presunte guardie del corpo degli Interni sotto gli occhi del ministro. Il nome non le dirà nulla, ma la nostra scienziata è a capo di un progetto che riguarda il recupero di satelliti non più funzionanti e ancora in orbita.»






Paese che confina con Francia, Italia e Svizzera

Il paese era incantevole. Chiuso tra le due catene di montagne che univano tre Stati, la Francia, l’Italia e la Svizzera, era una meta per turisti sia d’inverno che d’estate. In quel periodo dell’anno non erano molti i visitatori. Il ghiacciaio Du Midi si stava sciogliendo, il fiume Arve che lo attraversava era alto e scorreva impetuoso, e la vegetazione dai mille colori donava al tutto un qualcosa di magico, come se la vita si fosse risvegliata da un lungo letargo. I ristoranti e i negozi di lusso facevano da cornice a un misto di palazzine stile Art Nouveau e a tante villette sparse nei boschi subito fuori dal centro. E-rano poche le persone che potevano godersi tanta pace e silenzio, ma quella coppia non dava certo nell’occhio. Camminavano vicini e ogni tanto si fermavano a guardare una vetrina, con la loro busta piena di prelibatezze del Refuge Payot oppure del negozio di abbigliamento Snells Sport...

Monte Bianco

Purtroppo il periodo coincideva con le ferie di molti italiani o francesi e quindi il traffico del tunnel del Monte Bianco non poteva essere rallentato ulteriormente. Avrebbe contribuito a creare tensioni tra gli automobilisti in coda per attraversarlo e quello che volevano evitare, era il caos. «Maledizione,» urlò sbattendo un pugno sul tavolo. La sua rabbia era palese, l’impotenza lo schiacciava più di ogni cosa. Si accorse che il potere che esercitava non serviva a nulla.




Vi lascio i banner con le tappe delle altre blogger

venerdì 29 giugno 2018

Review Party The Killing kind di Brian Smith

Buon pomeriggio readers, oggi partecipo al review party per il libro di Brian Smith " The killing kind" edito dalla Dunwich Edizioni ed in uscita proprio oggi 29 Giugno 2018.




Titolo: The Killing Kind
Autore: Bryan Smith
Genere: Horror/Thriller/Pulp
Pagine: 330
Prezzo: ebook 4,99 (prezzo di lancio 1,99 fino a domenica 1 luglio) cartaceo 14,90 (10,90 in prevendita fino a domenica 8 luglio).
Data di uscita: 29 giugno
Link d’acquisto: Clicca Qui



SINOSSI
The Killing Kind è una cavalcata pulp meravigliosamente macabra e perversa. (BRIAN KEENE)

Nello stile di Natural Born Killers e The Devil’s Rejects, The Killing Kind è la storia di diversi serial killer che si scatenano negli Stati Uniti orientali. E in mezzo a questo inferno c’è Rob Scott. Non è un assassino. Ma, come una falena attratta dalla luce, non riesce a resistere al fascino di Roxie e si ritroverà trascinato nel mondo di sangue e caos della ragazza tatuata e follemente sexy. Roxie è bella. È la donna dei suoi sogni.  E Rob non sa se lo ucciderà, se farà sesso con lui o entrambe le cose. Mentre Roxie e Rob si lasciano alle spalle una scia di sangue attraverso il Paese, un gruppo di studenti arriva a una casa sulla spiaggia di Myrtle Beach per le vacanze di primavera. I giovani sono inconsapevoli del pericolo in agguato mentre si godono il sole e il mare. Non sanno che anche Roxie e Rob sono diretti alla stessa spiaggia…
Se vi piace lo splatterpunk, unitevi a Rob e godetevi lo spettacolo. (HORROR NOVEL REVIEWS) Questo romanzo sembra un film di Quentin Tarantino. Ha tutto ciò che potreste desiderare da un horror. Bryan Smith colpisce di nuovo nel segno, creando un mondo in cui la violenza può colpire ovunque, e in qualunque momento. (HORRORNEWS.NET) È un romanzo viscerale e spaventoso che ricorda i primi lavori di Jack Ketchum e Shaun Hutson. Se siete fan dell’horror diretto, personale e molto reale, assicuratevi di prendere i romanzi di Bryan Smith. Non rimarrete delusi. (PAPERBACK HORROR)

L’AUTORE
Bryan Smith è l’autore di numerosi romanzi e novelle, tra cui House of Blood, The Killing Kind, Depraved, The Dark Ones e Rock and Roll Reform School Zombies. La maggior parte di essi è stata pubblicata per la prima volta dalla Dorchester Publishing. Alcuni sono stati ristampati dalla Deadite Press. Dal romanzo 68 Kill è stato tratto il film diretto da Trent Haaga con Matthew Gray Gubler (Criminal Minds) e AnnaLynne McCord (Lucifer, Nip/Tuc). Bryan vive in Tennessee con un vasto assortimento di animali domestici. Lo trovate all’indirizzo www.bryansmith.info

RECENSIONE
Inizio con il dirvi che adoro questa copertina, secondo me è estremamente bella e dal primo momento mi ha troppo incuriosito. Mi sono fatta la mia idea prima di iniziare la lettura e devo dire che il libro ha rispettato in pieno le mie aspettative...travolgente, macabro ed intenso!
Personalmente sono affascinata totalmente dal genere splatterpunk, ma anche per quanto riguarda i film non sono propriamente da filmetto romantico hahahah, detto questo parliamo di questo bellissimo libro che come immaginavo dalla copertina non mi ha deluso...è un mix di adrenalina, di sangue e di cruda violenza, cioè tutto quello che mi aspetto da un horror/ splatter che si rispetti.
Roxie l'ho amata come personaggio, bella e tatuata come i classici belli e dannati che solitamente siamo abituati a vedere ma in versione femminile e questo mi è piaciuto tantissimo.
La lettura si è rivelata molto scorrevole, piacevole e veramente mai noiosa essendo ricca di azione, di ansia e di vera e propria paura...una sensazione che voglio provare quando leggo questo genere di libri.
Possiamo dire che durante la lettura nella mia mente è come se mi fossi girata un vero e proprio film parallelo alla lettura ed è uscito un vero capolavoro ahahah quindi direi di prendere uno dei migliori registi horror come Tarantino o anche il nostro italiano Dario Argento e proporgli questa lettura.

Cosa dire miei cari readers, questa è una lettura che consiglio assolutamente a tutti gli appassionati del genere e alle persone dallo stomaco forte!

Eccellente